LUTERO: DE VOTIS MONASTICIS IUDICIUM

LUTERO: DE VOTIS MONASTICIS IUDICIUM vota adversari verbo Dei Il De votis monasticis iudicium di Lutero risale al 1521, l'anno della dieta di Worms in seguito alla quale il riformatore, già scomunicato da Leone X, fu bandito anche dall'impero per volontà di Carlo V.Il trattato, che è considerato tutt'oggi dai protestanti lo scritto più importante … Leggi tutto LUTERO: DE VOTIS MONASTICIS IUDICIUM

ERASMO: CONTRO LA VITA MONASTICA E GLI ORDINI RELIGIOSI

ERASMO: CONTRO LA VITA MONASTICA E GLI ORDINI RELIGIOSIsolo il voto che scaturisce dal battesimoè efficace ed indissolubilenon vi è ragione per aspiraread un'altra professione religiosa Erasmo da Rotterdam non ha scritto un'opera specifica sugli ordini monastici e religiosi, ma ne conosceva la vita. Infatti a sedici anni, rimasto orfano di genitori, che erano morti … Leggi tutto ERASMO: CONTRO LA VITA MONASTICA E GLI ORDINI RELIGIOSI

LE CHIAVI DI PIETRO E LA SPADA DI PAOLO

LE CHIAVI DI PIETRO E LA SPADA DI PAOLOQuesti sono i due olivi e i due candelabri che stanno davanti al Signore della terra (Ap 11,4) C'è un'iconografia ormai assodata che ci permette di distinguere immediatamente Pietro e Paolo, in forza di due elementi simbolici, ovvero le chiavi e la spada: le chiavi affidate a … Leggi tutto LE CHIAVI DI PIETRO E LA SPADA DI PAOLO

VALLA: DE PROFESSIONE RELIGIOSORUM

VALLA: DE PROFESSIONE RELIGIOSORUMnam quid est aliud esse religiosumquam esse christianum,et quidem vere christianum? Il De professione religiosorum è un'opera dialogica che Lorenzo Valla ha scritto probabilmente tra il 1442 e il 1443, e pubblicata postuma nel 1869, contro la vita monastica e religiosa. Lo scopo dell'opera è riassunto dallo stesso Valla, quasi al termine … Leggi tutto VALLA: DE PROFESSIONE RELIGIOSORUM

VALLA: DE VOLUPTATE

VALLA: DE VOLUPTATEvoluptatem propter se ipsam expetandam Nel1431 Lorenzo Valla scrisse De voluptate, nel 1433 rielaborò l'opera con nuovo titolo De vero falsoque bono, nel 1444 preparò una nuova stesura intitolata De vero bono e nel 1449 il testo, ulteriormente rivisto, riprese la titolazione del 1433, cioè De vero falsoque bono. La prima edizione, secondo … Leggi tutto VALLA: DE VOLUPTATE

VALLA: LE ELEGANZE DELLA LINGUA LATINA

VALLA: LE ELEGANZE DELLA LINGUA LATINAfino a quando con sguardo indifferente assisteretealla completa profanazione della latinità? Tra il 1435 e il 1444 Lorenzo Valla compose Elegantiarum latinae linguae libri sex (Le eleganze della lingua latina, in sei libri). Nel 1448 vi fu la versione definitiva dell'opera e nel 1471 la prima edizione.Con questo scritto Valla … Leggi tutto VALLA: LE ELEGANZE DELLA LINGUA LATINA

VALLA: LA FALSA DONAZIONE DI COSTANTINO

VALLA: LA FALSA DONAZIONE DI COSTANTINOlo smascheramento ad opera della filologia È stato l’umanista italiano Lorenzo Valla (1405-1457) a scoprire, attraverso una rigorosa analisi filologica, che quel documento conosciuto come Constitutum Constantini (la donazione di Costantino) era uno dei più famosi falsi del Medioevo. L'opera intitolata De falso credita et ementita Constantini donatione declamatio (Discorso … Leggi tutto VALLA: LA FALSA DONAZIONE DI COSTANTINO

IL FALSO STORICO

IL FALSO STORICOEra diventato uno storico famosoper la sua capacità di voltare le carte in tavola(Alan Bennett, Gli studenti di storia) Ribera (1591-1652) - Allegoria della Storia Chi ha a che fare con la ricerca e lo studio della storia deve mettere in conto la possibilità di trovarsi talvolta di fronte ad una fonte discutibile … Leggi tutto IL FALSO STORICO

BETTINI: A CHE SERVONO I GRECI E I ROMANI?

BETTINI: A CHE SERVONO I GRECI E I ROMANI?la bellezza dell'inutilità delle cose inutili Quante volte mi sono sentito rivolgere la domanda a che serve? Proprio così, a che serve studiare greco o latino, filosofia o arte, a che serve leggere un libro di teologia, studiare una poesia, imparare le date a memoria? A che … Leggi tutto BETTINI: A CHE SERVONO I GRECI E I ROMANI?